:: homepage ::
 
visita guidata
percorso cronologico
percorso per artista
percorso per collezioni
dossier
ricerca avanzata
   
Il Trecento
 
 


La perdita di buon parte delle opere rende problematico un giudizio critico sul Trecento ferrarese. Alla metà del secolo è da ricondurre la tavoletta del bolognese Simone de' Crocifissi con il Sogno della Vergine, proveniente dal Corpus Domini, la cui iconografia particolare è legata al tema della Madonna come "radix sancta", cioè come radice dell'albero della Redenzione e della Vita. Il trionfo di Sant'Agostino, opera attribuita al modenese Serafino de' Serafini o al cosiddetto Maestro del Trionfo di Sant'Agostino, un tempo nella chiesa di Sant'Andrea, è una complessa raffigurazione allegorico-didascalica e segue un canone diffuso in ambiente agostiniano. Era in un'importante collezione ferrarese, la Massari, il San Giovanni Battista, opera di uno degli artisti più importanti del cantiere di Assisi nei primi decenni del Trecento, il Maestro di Figline, influenzato sia da Giotto, sia dall'eleganza decorativa di Simone Martini.
 
 


 
HomePinacotecaOpereFerrara: storia e artePatrimonio dispersoEventiInformazioniPubblicazioni